Paolo Cornaglia Ferraris (Erickson): Dicono che sono Asperger

574

Titolo: Dicono che sono Asperger
Autore: Paolo Cornaglia Ferraris
Tipologia: Disabilità
Editore: Erickson

Prezzo:
€ 12,00

La sindrome di Asperger è un disturbo dello sviluppo mentale, probabilmente di origine genetica, caratterizzato da una grande difficoltà di interazione sociale. Esso si manifesta con alcune caratteristiche come la goffaggine e lo scarso coordinamento nei movimenti, la fissazione su alcuni argomenti che vengono ripetuti continuamente e le ridotte capacità di espressioni mimiche della faccia, che di solito manifesta soprattutto rabbia o tristezza, oppure contentezza.
I bambini colpiti da questo disturbo spesso hanno anche incredibili doti di memorizzazione ed eccellenti capacità musicali e, per questo, possono ottenere buoni risultati scolastici, che li gratificano e possono compensare il rischio di solitudine per l’incapacità di interagire serenamente con adulti e compagni.
Il libro di Paolo Cornaglia Ferraris, Dicono che sono Asperger, è un testo molto interessante che analizza questo tipo di malattia con uno stile chiaro e sotto due prospettive complementari: nella prima parte questo disturbo è presentato dalla voce di un bambino che ha scoperto di avere questo tipo di malattia, attraverso una storia raccontata dal bambino stesso in cui descrive le sue difficoltà, i suoi “sintomi”, il suo modo di essere ma anche il suo “sentirsi normale” , percependo spesso l’anormalità delle persone che lo circondano.
Nella seconda parte, la sindrome di Asperger, invece, è presentata in modo più sistematico con un breve, ma completo testo in tre capitoli, in cui si indicano le principali caratteristiche della malattia, le strategie di intervento e le potenzialità che, comunque, i bambini affetti da questo tipo di disturbo possono manifestare e su cui bisogna puntare.
Questo libro usa un linguaggio semplice, ma con solido impianto scientifico. Privo di tecnicismi, evita i «paroloni» dei medici, partendo da una storia. Offre così al lettore l’opportunità di chiedersi: quanto gli somiglia il mio bambino?

 

sul sito: https://www.erickson.it/Libri/Pagine/Scheda-Libro.aspx?ItemId=38165