Mario Ramos (Babalibri): La paura del mostro

147

Titolo: La paura del mostro

Autore: Mario Ramos

Illustratore: Mario Ramos

Titolo originale: La peur du monstre

Traduttore: Tanguy Babled

Casa editrice: Babalibri

Pagine: 32

Anno pubblicazione: 2016

Prezzo: € 11,50

Età: dai 18 ai 36 mesi

Trama / Argomento

«È vero, sono adorabile. E anche molto carino. Un amore di cucciolo». Il piccolo Taddeo, beato nel suo lettino, osserva la mamma che gli racconta una storia e lo riempie di baci della buonanotte. Scena idilliaca, ma, appena la luce si spegne e il nostro protagonista si ritrova al buio tutto solo, la situazione cambia radicalmente. Nella stanza arriva un mostro tremendo che sibila e brontola, gli pizzica il naso e il sedere, lo picchia col cuscino e conosce addirittura delle mosse di karatè! Ma chi sarà mai questa terribile e dispettosa creatura?

Analisi

Il libro colpisce fin dalla sua copertina con un disegno minimalista e dal tratto essenziale. La paura del mostro gioca abilmente sull’inversione dei ruoli: il protagonista è un simpaticissimo essere di colore verde al quale basta poco per accattivarsi la simpatia di chi legge, mentre il “mostro” è una pestifera bambina dai capelli biondi. Un volume che, grazie anche alla sorpresa finale, saprà far ridere di gusto i vostri piccoli facendoli scivolare con serenità sotto le coperte. L’essere terrorizzati dal buio, che non permette di vedere e distinguere bene le cose, e dai mostri è un fenomeno molto frequente nei piccoli tra i due e i cinque anni.

Cosa fare dopo la lettura

Crediamo sia importante far sì che la lettura prima della nanna diventi un rito irrinunciabile. La narrazione di fiabe può dunque diventare un alleato prezioso per superare il timore del buio perché l’oggetto di tali storie è la paura stessa e il racconto rappresenta la metafora di tutte le angosce che il bimbo può vivere. Inoltre, le fiabe andrebbero “interpretate” (e per certi versi spiegate) e non solo lette perché in questo modo entriamo davvero nella sfera delle emozioni. Bisogna far sentire veramente la paura dato che il bambino, generalmente, si identifica con l’eroe positivo e fa a pezzi quello negativo. Il lieto fine, poi, lo rassicura e alimenta la sua fiducia offrendogli l’idea che tutto si può superare.

 

Sul sito ufficiale:

www.babalibri.it/