M. Rita Parsi (Coccole books): L’isola delle cacche

67

Titolo: L’isola delle cacche

Autore: M. Rita Parsi

Illustratore: Marilina Ricciardi

Casa editrice: Coccole books

Pagine: 20

Anno pubblicazione: 2014

Prezzo: 10,00

Età: 5 anni

Trama / Argomento

A tre anni è difficilissimo separarsi dalla propria cacca. Quell’enorme vortice dentro il water non fa pensare nulla di buono sul luogo dove vada a finire. Per dispetto Teo rinvendica un suo sacrosanto diritto: “La cacca è mia e la gestisco io!”. E se invece tutte le sue cacche finissero in un posto sicuro…? Allora sì… potrebbe farla tranquillamente!

Analisi

Il passaggio dal pannolino al vasino è tra le tappe più difficili nella vita del bambino e della sua mamma. Il controllo sfinterico è contraddistinto dal passaggio di un comportamento riflesso automatico ad uno volontario. Tale apprendimento non è separato da quello legato alla pulizia considerati entrambi elementi di transizione nella relazione madre-bambino. Un rinforzo positivo (espressione di felicità) al comportamento del bambino provoca in lui un piacere nell’espulsione. Un rinforzo negativo (come il disgusto) produce una diversa percezione tanto da provocare un’inibizione o uno scarso controllo dei muscoli coinvolti nella minzione e nella defecazione. È proprio questo l’argomento che si propone di trattare il libro. Tra le pagine di questo libro si racconta, con parole ed immagini, la storia di Teo che era un bravo bambino ma che non voleva fare la cacca perchè gli dispiaceva separarsene – la cacca è mia e me la gestisco io! – soprattutto perchè non sapeva dove andasse a finire. Teo impara che si tratta di un bisogno fisiologico da espletare ogni giorno per la propria salute e, soprattutto, scopre dove va a finire la sua cacca grazie ad una signora, un’esperta chiamata dai suoi genitori, che con molta diplomazia le spiega che nulla va perduto, che ogni volta che si scarica lo sciacquone il contenuto va a finire in un’isola dove tutto viene trasformato in nutrimento per il terreno. Grazie anche ad un suggerimento divertente – ogni cacca ha la sua bandierina che ne attesta la provenienza. Le immagini senza tante pretese e che accompagnano il racconto sono veramente deliziose. I colori riprendono quelli della cacca e aiutano il bambini a comprendere il problema e raggiungere la richiesta del genitore.

Cosa fare dopo la lettura

Perché non far portare il libro al bambino in bagno  e poi prendere uno stecchino ed un pezzetto di carta igienica per fare la bandierina da mandare nell’isola delle cacche!

Sul sito ufficiale: coccolebooks.com/bookshop/lisola-delle-cacche/