Henning Köhler (Natura e Cultura Editrice): Bambini irrequieti, angosciati, tristi. Presupposti per una prassi educativa spirituale

127

Titolo: Bambini irrequieti, angosciati, tristi. Presupposti per una prassi educativa spirituale

Autore: Henning Köhler

Titolo originale: Von ängstlichen, traurigen und unruhigen Kindern. Grundlagen einer spirituellen Erziehungspraxis

Traduttore: Karin Mecozzi

Casa editrice: Natura e Cultura Editrice

Collana: Pedagogia, Educazione, Genitorialità

Pagine: 170

Anno pubblicazione: 2019

Prezzo: € 16,00

Sul sito: www.naturaecultura.com/prodotto/bambini-irrequieti-angosciati-tristi/


“Bambini irrequieti, angosciati, tristi. Presupposti per una prassi educativa spirituale” è un manuale giunto addirittura alla sua ottava edizione tedesca per la sua valenza nel campo dell’educazione perché propone una serie di approfondimenti e di spunti pratici rivolgendosi direttamente a genitori, insegnanti ed educatori. L’autore Henning Köhler, pedagogista e terapeuta per l’infanzia e l’adolescenza, in questo volume ha rielaborato i frutti di svariate conferenze tenute tra il 1991 e 1992, aggiornando di volta in volta il suo lavoro di ricerca sul campo. Nei quattro capitoli egli individua le tre tipologie comportamentali del bambino pauroso e angosciato, irrequieto e  nervoso, pensieroso e triste e, basandosi sulla psicologia dello sviluppo antroposofica e sullo sviluppo dei sensi, cerca di fornire delle indicazioni che possano aiutare gli adulti nel rapporto quotidiano con questi bambini. I tre sensi presi in considerazione sono quello della vita, il senso del tatto e il senso del movimento e dell’equilibrio: ognuno di essi viene presentato prima in maniera teorica attraverso teorie e ragionamenti per arrivare ad una serie di consigli pratici su come comportarsi nelle diverse occasioni, sugli atteggiamenti da tenere, su come strutturare le giornate e le ore di divertimento. Agli adulti vengono così dati i mezzi per poter attuare un lavoro educativo pensato e studiato ad hoc per ogni tipo di bambino, per ridurre le situazioni difficili e favorire una crescita serena dei piccoli, oltre che per rafforzare il loro rapporto.