Thierry Lenain (Piemme): Zazì, i maschi si vestono di rosa?

88

Titolo: Zazì, i maschi si vestono di rosa?

Autore: Thierry Lenain

Illustratore: Delphine Durand

Casa editrice: Piemme

Collana: Il Battello a vapore Serie Bianca 5+

Titolo originale: Zazie et la robe de Max

Traduzione: Simona Mambrini

Pagine: 31

Anno pubblicazione: 2016

Prezzo: 8,50

Età: 5+

Trama / Argomento

Zazì ha ricevuto in regalo il sogno di ogni bambina: un vestito rosa tutto fiocchi e nastrini! Peccato che Zazì detesti i vestiti da femmina e non abbia nessuna intenzione di indossarlo. Il suo amico Max tenta di convincerla in ogni modo, così Zazì gli propone un patto: proverà il vestito solo se lo farà anche lui​.

Analisi

Si dice sempre che i maschi amano il calcio, e le femmine i nastri e i lustrini… ma Zazì vuole un pallone da calcio  quando le regalano un vestito rosa pieno di fiocchi, non vuole saperne di indossarlo. Questo è la trama che usa l’autore per parlare ai bambini dei pregiudizi di genere tra maschi e femmine. Basta guardarsi intorno per rendersi conto che i pregiudizi di genere sono ancora molto radicati nella nostra società. Così se per la prima volta questo libro viene letto insieme ai genitori, l’adulto potrà spiegare al piccolo futuro lettore che non esistono “cose” da maschio e “cose” da femmina. Se inizieremo ad essere consapevoli noi per prime dei nostri pregiudizi, saremo anche in grado di contrastarli e spiegarli ai piccoli. Il libro, comunque, è fatto per i piccoli che si approcciano alla lettura da soli. Il testo è semplice con poco scritto e tante immagini colorate, in più è uno dei libri ad “alta leggibilità” cioè è un libro accessibile anche a chi ha specifiche difficoltà di lettura – come i dislessici – ma che in generale rende più agevole la lettura di tutti. Due aspetti essenziali contraddistinguono i libri nati con questo scopo: speciali accorgimenti tipografici e un delicato lavoro sulla comprensione del testo. Può essere utile la lettura del racconto “Zazì, tu ce l’hai il pisellino?” prima di questo libro.

Cosa fare dopo la lettura

Non possiamo certo cambiare il mondo, ma possiamo cambiare la nostra casa. Naturalmente i bambini vedranno fin da piccoli le differenze tra maschi e femmine, e per prima cosa è necessario instaurare un rapporto di fiducia di modo che non abbiano paura di fare domande. Cerchiamo di dividere le responsabilità nella gestione della casa in modo equo, non sulla base di stereotipi. Raccontiamo ai nostri bambini momenti in cui abbiamo vissuto pregiudizi ingiusti, e le occasioni in cui ci siamo opposte a questa mentalità. Espandiamo i loro orizzonti con libri, giochi e film che mostrino persone provenienti da ambienti diversi, con una divisione di ruoli non tradizionale. Permettiamo loro di scegliere lo sport preferito senza imporre il calcio ai bambini e la danza alle bambine. Insomma facciamo si che la loro personalità, qualunque cosa manifesti venga fuori senza essere soffocata.