Mantegazza Giovanna e Nicoletta Costa (La Coccinella): Ciao, Luna!

127

Titolo: Ciao, Luna!

Autore: Mantegazza Giovanna

Illustratore: Costa Nicoletta

Casa editrice: La Coccinella

Collana: Libri coi buchi

Pagine: 24

Anno pubblicazione: 2016

Prezzo: 7,50

Età: 18 mesi

Trama / Argomento

È notte. Un gatto, un topo, un gufo e tanti altri animali passeggiano, sostano, svolazzano o guizzano, nel chiarore della Luna. Lei è molto stupita e vorrebbe mandare tutti a nanna, ma ognuno di loro ha un buon motivo per stare sveglio…

Analisi

A 38 anni dalla loro invenzione, ancora oggi i bambini si appassionano a questo genere di libri. Il cartonato risulta molto adatto ai piccoli lettori con formato molto maneggevole. Le pagine sono molto robuste con gli angoli arrotondati, adatti ai bambini ancora molto piccoli che posso usufruire del libro anche senza l’aiuto di mamma e papà per guardare le belle e semplici immagini e con tanti buchi dove poter infilare le loro piccole dita e divertirsi. Un libro, e una collana,  che aiuta il genitore ad educare il piccolo alla lettura. I libri e la lettura sono una fonte ricchissima di emozioni, stimoli e divertimenti per i bambini. Se la lettura a voce alta viene praticata fin dai primi mesi di vita, i libri possono trasformarsi da gioco in fedeli e inseparabili compagni di vita.

Cosa fare dopo la lettura

La lettura è uno stimolo per la crescita cognitiva, psicologica e sociale del bambino. Attraverso la lettura ad alta voce si sviluppano tutta una serie di abilità, competenze e stimoli per la crescita del rapporto adulto e bambino. È importante che il genitore legga al piccolo per sviluppare alcune importanti tappe educative: durante la lettura ad alta voce l’adulto e il bambino entrano in sintonia e tramite una forte e intima comunicazione condividono sentimenti di affetto, amicizia, fiducia, complicità, emozione e si rafforza il legame affettivo; leggere una storia ad alta voce permette al bambino di conoscere ed esplorare i suoi sentimenti e le sue emozioni più intime e nascoste e diventa un modo per conoscere meglio la realtà che lo circonda e se stesso.