Graziana Mantiloni & Clelia Ricciardiello (Edizioni Effigi): Le fate tra l’Amiata e la Maremma

64

Titolo: Le fate tra l’Amiata e la Maremma

Autore: Graziana Mantiloni – Clelia Ricciardiello

Illustratore: Cinzia Bardelli

Casa editrice: Edizioni Effigi

Collana: Cavalli a dondolo

Pagine: 100

Anno pubblicazione: 2014

Prezzo: 8,00

Sul sito: www.cpadver-effigi.com/blog/le-fate-tra-amiata-e-la-maremma-mantiloni-ricciardiello/

Le fate, insieme a draghi, alle streghe e ai lupi cattivi, popolano le storie preferite dai bambini. La loro origine è poco chiara ma già nel paganesimo classico è possibile rintracciare la loro presenza; è solo nel Medioevo che queste misteriose figure femminili si manifestano nel folklore e nelle leggende dei popoli germanici. Anche la cultura popolare italiana ne ha subito nel corso dei secoli il fascino: questo libriccino vuole raccontare le leggende e i miti intorno a queste magiche donne dall’animo buono o dispettoso che popolano la Maremma, dove esistono ancora luoghi di fate, sfuggenti e misteriosi. Dalla costa tirrenica, attraversando l’Ombrone, fino alle tortuose strade dell’Amiata, le autrici hanno ascoltato e riportato i racconti degli abitanti del luogo che con le loro inflessioni e i loro dialetti hanno aiutato a tracciare la presenza di questi luoghi magici (i cosiddetti “buchi delle fate”) attorno ai quali nei secoli si sono costruite storie da raccontare ai bambini nelle sere di inverno.

Un libro perfetto per gli adulti affascinati dalle fate, e per i genitori che potranno stupire i loro piccoli con dettagliate spiegazioni sull’origine e sui loro comportamenti, dai loro habitat alle abitudini. Del resto, non si è mai troppo grandi per lasciarsi trasportare dalla fantasia.