Simonetta Agnello Hornby, George Hornby & Mariolina Camilleri (Giunti): Rosie e gli scoiattoli di St. James

108

Titolo: Rosie e gli scoiattoli di St. James

Autore: Simonetta Agnello Hornby & George Hornby

Illustratore: Mariolina Camilleri

Casa editrice: Giunti

Collana: Biblioteca junior

Pagine: 128

Anno pubblicazione: 2018

Prezzo: 15,00

Età: 8 anni


Trama

Rosie ha nove anni e spesso, durante le vacanze, le capita di trascorrere il tempo sugli autobus rossi di Londra. I suoi genitori sono entrambi autisti e, quando i loro turni coincidono, non possono fare altro che portarla con loro per le strade della città. Nel giorno del referendum, i genitori portano Rosie al parco di St. James. La loro missione è trovare i famosi scoiattoli che lì hanno casa. Ma come mai non ve n’è traccia? E come mai, come le racconta il Custode del parco, i nidi sono vuoti e i pellicani si sono rifugiati sull’isola del lago? La grande avventura ha inizio proprio ai piedi di una grande quercia. Lì, un mondo segreto si rivela agli occhi di Rosie che si trova nel bel mezzo di una battaglia: volpi e ratti, originari del parco, vogliono scacciare una volta per tutte i nuovi arrivati per riappropriarsi delle loro terre, ma scoiattoli, pellicani e pappagalli sono pronti a resistere. Attraverso gli occhi di Rosie, viene da chiedersi: dov’è “casa” per ognuno di noi? Cosa significa appartenere a un paese o a una città, cosa significa essere “originari” di un luogo? Non veniamo tutti, in qualche modo, da un altrove? Forse allora, ciò che conta è come riusciamo a stare insieme, con le nostre differenze che ci portiamo dietro come una lumaca il suo guscio, eppure con il desiderio di condividere un paese, una città, un parco, un’amicizia.

Analisi

Un libro scritto a 4 mani con suo figlio  George è la formula vincente di questo libro della famosa scrittrice siciliana  Simonetta Agnello Hornby. 
Il microcosmo degli animali che vivono nel parco di St. James rispecchia in pieno la situazione “umana”.  Rosie si trova spettatrice di una vera battaglia per il territorio e per la sopravvivenza, proprio come i bambini avranno assistito alle discussioni, probabilmente di tono assai simile, al tempo del referendum. Un libro che parla di oggi, delle diversità e delle problematiche attuali della Gran Bretagna, come di tutta l’Europa come di tutto il mondo. 
 Un libro per tutti noi, perché purtroppo “il diverso che fa paura” è qualcosa che davvero sta uniformando l’intera l’Europa, Italia compresa.

Sul sito ufficiale:www.giunti.it/