QUELLE HISTOIRE – Storia dei diritti delle donne

118

Nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani è scritto: “Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti”. Per le donne, però, non è sempre stato così. Per questo, in occasione della Giornata internazionale della donna, la casa editrice Quelle Histoire – leader in Francia per la pubblicazione di libri storici destinati a bambine e bambini – vuole accompagnare i piccoli lettori e le piccole lettrici in un viaggio alla scoperta delle conquiste sociali e politiche ottenute dalle donne, con il libro Storia dei diritti delle donne, e delle biografie di grandi donne del passato che hanno segnato il destino del mondo: da Cleopatra ad Elisabetta II, da Frida Kahlo fino a Maria Montessori.

Con uno sguardo internazionale, Storia dei diritti delle donne racconta le battaglie che le donne hanno affrontato, in Italia e nel mondo, per guadagnare gli stessi diritti degli uomini: dalla Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina pubblicata nel 1791 in Francia da Olympe de Gouges, alla Rivendicazione dei diritti della donna di Mary Wollstonecraft, un’opera considerata tra le più importanti nella storia del femminismo; dall’invenzione della bicicletta, che ha permesso alle donne di muoversi senza dipendere da padri o mariti, alla scuola diventata obbligatoria anche per le ragazze, mettendo in discussione il ruolo che fino ad allora era stato loro assegnato. Il racconto si snoda anche attraverso le storie di alcune donne che hanno contribuito a questa causa, come Anna Maria Mozzoni che nel 1879 fonda a Milano la Lega promotrice degli interessi femminili, Marie Curie che nel 1903 riceve il premio Nobel per la fisica e le inglesi con il movimento delle suffragette, che organizzano forti azioni di protesta per il diritto al voto, ottenuto nel 1928. Nel febbraio 1945 anche in Italia le donne ottengono il diritto di voto e la possibilità di candidarsi alle elezioni: è così che Nilde Iotti accede alla Camera dei deputati e anni dopo ne sarà la Presidente, diventando la prima donna nella storia d’Italia a ricoprire la terza carica più importante dello Stato. Nel frattempo, in Sri Lanka, Sirimavo Bandaranaike è la prima donna eletta alla guida di un Paese, seguita da Indira Gandhi in India. Con l’arrivo degli anni ’70 viene approvata la legge sull’aborto e istituita la Giornata internazionale dei diritti della donna dalle Nazioni Unite, proposta nel 1910 da Clara Zetkin a Copenaghen, durante la Conferenza internazionale delle donne socialiste.

Sempre per celebrare la Festa della donna, Quelle Histoire pone l’attenzione anche sulle biografie di alcune delle figure femminili che hanno fatto la storia antica, moderna e contemporanea, distinguendosi in ambiti diversi e ottenendo riconoscimenti, premi e responsabilità politiche e sociali di significativa rilevanza: da Cleopatra, l’ultima sovrana dell’Antico Egitto, fino ad Elisabetta II, monarca più longeva della storia britannica, passando per la celebre pedagogista Maria Montessori e l’artista messicana di fama mondiale Frida Kahlo.

Tutte le edizioni per l’Italia sono a cura di Erika Gualandri con la consulenza storica di Giuseppina Paola Viscardi. Le illustrazioni sono realizzate da un team di grafici e designer che seguono lo stile creato appositamente per la collana da Bruno Wennagel, co-fondatore di Quelle Histoire insieme ad Albin Queru.

Distribuiti da ALI nelle librerie italiane e disponibili su Amazon, i libri Quelle Histoire, scritti e illustrati in chiave “kids” con una formula di edutainment unica nel suo genere, sono in grado di rendere divertente ed efficace l’apprendimento ai più piccoli. Caratterizzati da una grafica originale, distintiva, moderna e colorata, vero marchio di fabbrica della casa editrice, e pensati in particolare per bambini che frequentano la scuola elementare, i racconti sono scritti con uno stile narrativo semplice e immediato e accompagnati da illustrazioni moderne, mappe, linee del tempo e giochi educativi. Inoltre, i volumi Quelle Histoire allenano i più piccoli ad analizzare i vari periodici storici e le vite dei diversi personaggi, aiutandoli a creare in autonomia delle mappe storico-temporali utili all’apprendimento. Racconti che danno vita a un mondo abitato da protagonisti che fanno scattare nei bambini un’istantanea simpatia ed empatia, permettendo loro di viaggiare nella Storia e nelle storie.