Alberto Pellai (Erickson): Scarpe verdi di invidia

106

Titolo: Scarpe verdi di invidia

Autore: Alberto Pellai

Illustratore: Giuliano Lunelli

Casa editrice: Erickson

Pagine: 92

Anno pubblicazione: 2010

Prezzo: 13,50

Età: 6 anni

Trama / Argomento

Marco è un bambino di sette anni che si è appena trasferito in una città a 900 chilometri dal suo paesino di origine. Le cose però non stanno andando come vorrebbe lui: inserirsi in una classe di 22 bambini che si conoscono già da un anno non è affatto facile, soprattutto per colpa di due bulletti che lo prendono in giro per il suo accento. Persino le favolose scarpe verdi che papà gli regala per il compleanno non fanno che peggiorare la situazione, suscitando l’invidia degli altri! Per fortuna mamma, papà e una maestra molto intraprendente avranno una fantastica idea che cambierà tutto…

Analisi

“Scarpe verdi d’invidia” è una storia di bullismo, nel quale l’adulto può vedere e rivivere qualche episodio della propria vita da bambino. Il racconto affronta in modo semplice, chiaro e divertente il tema del bullismo.  Marco, che ha negli occhi il calore e il mare della sua terra natale, viene preso di mira da Roberto, Michele e Paolo: compagni di classe che lo denigrano e sminuiscono per il suo accento particolare. Marco diventa così una vittima del bullismo, che usa il silenzio come impotente difesa, entrando in un circolo vizioso che alimenta il perpetuarsi del problema. Un circolo vizioso che però non ha né vincitori né vinti, ma che porta solo ad una tragica diseducazione emotiva.
Il fenomeno del bullismo viene sottovalutato e spesso “liquidato” come un normale passaggio di crescita tra i bambini e gli adolescenti. Nella realtà è un fenomeno odioso che genera un vero e proprio malessere sociale andando al di là del rapporto bullo-vittima.

Cosa fare dopo la lettura

Parlare, dialogare, discutere. Scrutare l’io più nascosto del proprio bambino, cercare di comprendere da uno sguardo un suo disagio e stimolarlo al dialogo. Insomma, fargli sentire che mamma e papà “ci sono”, qualunque cosa accada, è l’arma più potente che abbiamo per non farlo diventare una vittima del bullismo.

Sul sito ufficiale: www.erickson.it/Libri/Pagine/Scheda-Libro.aspx?ItemId=37821